Antenne di fuoco

Allucinante incontro tra cittadini, amministratori e tecnici ieri sera al centro sociale Buco Magico. Tema: l’antenna di telefonia mobile Wind da collocarsi nella rotonda tra via Martiri di Cervarolo e via Manara. Al di la di ogni seguente valutazione, una scelta folle, a pochi metri dai rami di una quercia plurisecolare da una parte e dai balconi di un condominio dall’altra.

A confrontarsi, o meglio a scontrarsi, le preoccupazioni dei residenti dal punto di vista sanitario e paesaggistico e le ragioni degli amministratori sui loro obblighi di legge. Questi ultimi e i tecnici ARPA da loro invitati hanno a lungo parlato di questioni tecniche, normative, e questioni urbanistiche, ma nessuno è entrato nel merito del problema: ossia che non c’è affatto evidenza scientifica che attesti la non pericolosità dei campi elettromagnetici. Entrambi hanno preferito sdraiarsi sul rassicurante rispetto dei limiti imposti dalla legge alle emissioni elettromagnetiche, ma che buona parte del mondo scientifico affermi che tali limiti sono fino a 10 volte superiori alle reali soglie di sicurezza non è stato detto.

Si è anche affermato, e questo è inaccettabile, che un piano comunale delle antenne non servirebbe a nulla, peccato che tale affermazione sia smentita dai fatti, numerose città più previdenti di Reggio si sono da tempo dotate di questi strumenti di programmazione e hanno cosi potuto limitare fortemente il numero della antenne, pur garantendo la copertura del segnale.

Pare prevalere nell’Amministrazione reggiana una generale arrendevolezza alle richieste dei gestori. E questo porta alle attuali conseguenze: siamo una delle città più antennizzate d’Italia. Il Comune ha rinunciato a gestire il problema e si è adeguato a subirlo.

Per fortuna l’intervento del sottoscritto ha rimesso a posto i fatti 🙂 Scherzi a parte, a nome del gruppo consiliare 5 Stelle ho semplicemente invitato tecnici e politici a non vender ai cittadini certezze scientifiche che non esistono, e ho fatto un paio di esempi che mostrano come un Comune sia tutt’altro che disarmato di fronte allo strapotere dei gestori telefonici. E se all’Amministrazione predisporre un piano antenne pare non interessare, sarà Reggio 5 Stelle a portare il tema nelle sedi opportune, a fianco delle circa 1000 firme raccolte dai residenti del quartiere contro la mega-antenna.

Da segnalare la solo apparente compattezza degli amministratori, che non paiono credere davvero a tutto ciò. Diciamo che in realtà dentro al PD la maretta sulla questione esiste eccome

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...