La banda dei quattro

Dato che il polverone sulla legge bavaglio e le critiche, con annessi scioperi, alla manovra anticrisi si fanno sentire anche ai piani alti, il Governo non ha giocato la solita carta di negare l’evidenza (in Italia la crisi non c’è), ma ha preferito distogliere l’attenzione su altri temi.

Ed ecco a voi il nuovo, fondamentale, Ministero per il Federalismo, che si suppone avrà il compito di traghettare il paese romanocentrico verso l’agognato indipendentismo, per il quale si batte da anni il verde partito del nord. In questo intervento non voglio però entrare nel merito della funzione di questo ennesimo dicastero-carrozzone, anche se mi pare che ci siano già un Ministro per le riforme per il federalismo, Umberto Bossi e un Ministro per i rapporti con le regioni, Raffaele Fitto.

Preferisco dare un occhio al curriculum di questo fortunato, tal Aldo Brancher, fino a ieri sconosciuto ai più ed ora novello ministro. Le colonne de Il Fatto di oggi ci informano che anche in questo caso la meritocrazia, per la precisione nel settore meriti penali, l’ha fatta da padrone nella scelta della figura più indicata.

Brancher, che ha già soggiornato per alcuni mesetti nelle patrie galere ai bei tempi di Tangentopoli, nella sua carriera ha segnato nel suo palmares le seguenti imprese:

– Finanziamento illecito ai partiti (al PSI di Craxi ovviamente), prescritto

– Falso in bilancio, depenalizzato

– Appropriazione indebita, tutt’ora sotto processo.

Il che porta a 4 il numero di ministri italiani che non possono concentrarsi a tempo pieno nel loro incarico perchè, trovandosi nella scomoda posizione di imputati, devono frequentare con regolarità le aule di tribunale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...