Reggio 5 stelle in piazza per difendere l’Università

da http://www.reggio5stelle.it

Settembre, tempo di fine delle vacanze e rientro a scuola. Quale scuola? Quella pubblica, è ovvio. Beh, non è poi tanto ovvio, in realtà.                                                                                  Negli ultimi 20 anni i vari governi che si sono susseguiti alla guida di questo Paese hanno utilizzato la scuola e l’università come voce di spesa prediletta a cui infliggere tagli. Nel solo 2008, la legge 133 a firma di Tremorti ha inferto all’università pubblica italiana un taglio di 1,2 miliardi di euro. Si, avete capito bene, milleduecento milioni di euro. A questo si sono poi aggiunte presunte riforme degli istituti superiori, che in realtà nascondevano solamente degli ulteriori tagli, tagli alle compresenze, tagli al tempo pieno, tagli agli insegnanti di sostegno, tagli alle assunzioni di precari e così via.

Se l’obiettivo del centro destra è pressoché palese, ovvero distruggere il sistema di istruzione pubblico (un popolo ignorante si controlla più facilmente) e permettere solo ai ricchi di studiare, l’obiettivo del presunto centro sinistra non è ancora chiaro. Infatti, in quei pochi anni in cui fu al Governo, non è stato capace di preparare una riforma seria di scuola e università che prevedesse un aumento della spesa da parte dello Stato in materia di istruzione invece che una diminuzione. Addirittura lo scorso 6 maggio 2009, l’Italia dei Valori votò a favore, assieme al centro destra e all’UDC, all’aumento dei fondi alle scuole private.

Per questo motivo, Reggio 5 Stelle ha deciso di aderire alla manifestazione regionale in difesa di scuola e università pubblica organizzata dal comitato Riprendiamoci la Scuola e in programma per sabato 9 ottobre proprio a Reggio Emilia. Partenza alle ore 15 da porta San Pietro. Una manifestazione che sta prendendo forma, piano piano, in Rete, su Facebook, sul sito del comitato, una manifestazione dal basso, senza bisogno di sindacati o partiti.

Ed è proprio questa sua indipendenza che necessita del sostegno di tutti. Invitiamo pertanto i nostri sostenitori ad aderire al comitato e a sostenere l’iniziativa attraverso una piccola donazione (sul sito trovate tutte le informazioni). Anche su Facebook potete iscrivervi alla pagina del comitato e aderire all’evento della manifestazione.

La scuola pubblica è la base di partenza per uno Stato democratico. Victor Hugo diceva “Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione.. Per risanare questo Paese occorre puntare e investire sulle nuove generazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...