Noi, senza soldi e felici

Nuova puntata della mia rubrica su reggio24ore.com

È fatto noto che al referendum del 1993 gli italiani si espressero a favore dell’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Erano i tempi di tangentopoli, quando Craxi era un ladro e non uno a cui dedicare strade, probabilmente i cittadini pensarono: “ma se si finanziano già con le tangenti, perché finanziarli anche noi con le tasse?”. Oggi ciononostante è cambiato poco, non si chiama più finanziamento pubblico ma rimborso elettorale, e suppongo che anche l’altra voce d’entrata sia più o meno sempre quella.

Non conosco nei dettagli come venissero calcolati gli importi da devolvere ai vari partiti allora, un po’ di più ne so di come vengono calcolati oggi. Anzi proprio no, non ci ho capito niente, perché non vedo per quale logica un movimento presentatosi alle elezioni regionali in Emilia Romagna spendendo si e no 20.000 € per la campagna elettorale, frutto di libere offerte di sostenitori, si ritrovi ad aver diritto ad un rimborso di 193.250 € solo per il primo anno, e di ben 966.000 € 5 anni dopo. Si tratta di un rimborso quasi 50 (cinquanta!) volte superiore alla spesa, non male come margine di guadagno, neanche la Fininvest coi fondi neri in società off-shore arriverebbe a tanto.

Però il Movimento 5 Stelle ha rinunciato integralmente a questi denari. Con varie motivazioni e varie opinioni al riguardo ovviamente: qualcuno li riteneva un furto allo Stato, altri un bel modo per corrompersi da soli, qualcuno sarebbe stato per prenderli e riutilizzarli in modo utile per i cittadini, si era parlato di una fondazione benefica o qualcosa di simile, oppure di devolverli tout court a Emergency o simili.

Vi è chi dice che ci avrebbero fatto comodo, ad esempio per acquistare o affittare una sede (credo non ci sia nulla di più scomodo che avere una sede, bollette, pulizie, manutenzione… Quando con pochi euro puoi avere a disposizione quando vuoi una sala in un qualsiasi centro sociale), comprare materiale di prima scelta per i banchetti (ma se la preparazione dei nostri scassatissimi banchetti di fortuna è cosi divertente, scavando tra un garage e l’altro), fare più pubblicità (ma internet costa ben poco e stampare i volantini che ci servono anche meno).

Personalmente ho sempre pensato che la cosa migliore fosse non toccarli neanche quei rimorsi. Perché non credo che quel milione di euro sarebbe servito ad altro se non a spese inutili se andava bene, a fomentare liti furibonde se andava male. Perché quando un gruppo di persone per nulla abituato a lavorar con molti soldi e che perciò ha imparato a far di necessità virtù, raggiungendo l’obbiettivo prefissato con le proprie sole forze, si ritrova dal di alla notte investito da un fiume di ricchezza, cosa può succedergli, pace e abbracci? Non mi fido cosi tanto del prossimo. Se ora il Movimento 5 Stelle sta lavorando sodo sul suo programma e per le future elezioni, è proprio perché non abbiamo perso tempo a pensare al vil denaro.

E poi qualcuno tira fuori la menata “facile per voi che avete i soldi di Grillo”…

Scelte diverse hanno fatto quelli abituati ad altre logiche: Il PD intascherà 6,5 milioni di euro, il PDL 4, la Lega 2,2 (non è chiaro quanto venga devoluto al fondo multe…), IDV un milioncino tondo tondo, l’UDC 605.000 €, la Sinistra 451.000 € e SEL si “accontenterà” di 281.000 eurozzi. Fate voi il conto di quanto verrà a costare ai cittadini l’ultima campagna elettorale. Tenete poi presente che nessuno di questi importi corrisponde a spese reali, si tratta di somme calcolate in modi più o meno misteriosi che portano all’esplosione del rimborso dovuto, impennate che neanche il debito pubblico si sogna.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...