Rubi? la Lega ti perdona

Come annunciato, durante la Giunta per le autorizzazioni a procedere del Parlamento la Lega si è opposta alla richiesta di arresto per Marco Milianese, ex uomo di Tremonti sotto inchiesta per vari reati, corruzione compresa. Non è certo la prima volta che la Lega fa quadrato attorno ad un membro della Casta, tuttavia quello che colpisce in questo caso sono le parole di Bossi, “a me non piace fare arrestare la gente”. Ma come, non è lui il capo di un partito che ti metterebbe in galera a prescindere se sei negro? Che invoca i rastrellamenti, che pretende che i medici denuncino i clandestini e chiede di sbattere in prigione con pene esemplari extracomunitari colpevoli anche solo di piccoli reati? Da quando in qua non è per far arrestare la gente?

Ecco, rispondere è facile, dipende da che gente intendiamo.

Il razzismo non c’entra niente, Milanese non l’hanno salvato perchè il sole a scacchi lo vogliano solo per gli extra. Ne per una questione di “classe”: sei della casta come noi e quindi ti salviamo. Se sono a favore della galera per uno scippatore di un portafoglio e contrari per qualcuno che magari si è intascato milioni di euro è solo e semplicemente una questione di interesse. Dallo scippatore da pochi euro e dal rapinatore di banche da migliaia non possono avere nessun vantaggio, nessuna compartecipazione agli utiili,  dal malaffarista invischiato con la politica hanno invece molte possibilità di papparsi una fetta della torta. Se i primi vanno in galera alla Lega non gliene viene nessun danno, se è il secondo a finirci invece è un problema, un canale d’entrata in meno per il partito, che le mani in pasta le tiene come tutti gli altri che, a parole, dice di combattere.

è solo per questo che, mentre i leghisti blaterano sulle ronde e sulla tolleranza zero contro gli extra, Bossi dice di non voler mandare in galera la gente. Sta in realtà dicendo che c’è gente e gente, tutto dipende da quanto utile può essere al partito il ladro di turno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...